Image thumbnail

La famiglia Clementi

HomeLa famiglia Clementi

“Un racconto tratto da una storia vera”

Pietro Clementi, da avvocato a vignaiolo
Il Preludio

Pietro Clementi è un avvocato veronese che svolge la professione da oltre 50 anni. Originario di Illasi in provincia di Verona, durante gli anni duri della Seconda guerra mondiale, nella casa dei nonni, anche loro avvocati, si appassionò alla viticoltura. La viticoltura, in quegli anni, era fatta di buoi che trainavano l’aratro, raccolta di uva nei cesti di vimini e pigiatura manuale. Proprio questi gesti artigianali furono la ragione per cui l’avvocato veronese decise di diventare vignaiolo.

La Contrada

Oltre alla professione di avvocato, Pietro fu anche amministratore comunale di Verona e sindaco per oltre diciannove anni del comune di Marano di Valpolicella. Ed è in questo comune che decise nel 1969, di acquistare una casa padronale risalente al 1600, nella Contrada di Gnirega con venti ettari di proprietà, al tempo suddivisi in vigna e bosco.

Le prime produzioni

I primi passi nella produzione vennero fatti proprio sotto la piccola cantina di casa. In questi anni l’avvocato veniva aiutato dal suo mezzadro detto “Musciol”, un uomo mite e preciso e da altri produttori della zona, tra questi anche Santo Aldrighetti che per oltre trent’anni ha prodotto vini in Valpolicella.

L'Amarone del Sindaco

Negli anni iniziò poi a farsi strada cercando sempre più di rinnovare la struttura, di avvicinarsi alla filosofia della selezione delle uve e di reimpiantare le vigne più vecchie con vigne più giovani. Il vino prodotto dall’avvocato Clementi era destinato ai momenti conviviali in famiglia o gli con amici e ai momenti politici, con i suoi sostenitori, che durante gli eventi avevano occasione di degustare “l’Amarone del Sindaco”.

Il Cambiamento

Il 2002 segna un cambio di rotta: Pietro Clementi decide di investire per ampliare la cantina e renderla più moderna e fruibile durante la produzione: al piano terra troviamo un ampio vano per l’appassimento delle uve e ai piani interrati i locali di vinificazione e affinamento del vino. Ma il vero cambiamento fu quello di decidere di produrre vino non solo per amici e famiglia ma aprirsi al mercato nazionale ed internazionale.

Oggi

Attualmente l’azienda è condotta dalla seconda generazione i tre figli di Pietro: Maria, Maurizio e Bernardino. Ognuno di loro svolge un ruolo definito, Maria cura la parte amministrativa, Maurizio il marketing e l’area commerciale e Bernardino segue la filiera enologica e produttiva, il tutto comunque in diretto contatto con il padre. Recentemente la famiglia ha scelto di affidarsi ad un noto enologo in Veneto, Enrico Nicolis, per una consulenza diretta sui vini.

Questo sito utilizza i cookie per migliorare la tua esperienza di navigazione. Per capire quali cookie ed in che modo vengono utilizzati, consulta la nostra pagina della Privacy. Accetta i cookie cliccando sul pulsante 'Accetta'. In qualsiasi momento dalla pagina relativa potrai rivedere e cambiare il tuo consenso. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi